Maturata l’esperienza in cucine internazionali come Il NOMA restaurant, Jimmy Ty Lim ora opera nel suo ristorante personale, il JL Studio, a Taichung Taiwan, che si ispira  ai sapori tradizionali della cultura di Singapore, dove si impegna ad interpretare la sua visione della cucina moderna di Singapore.

EXCURSUS BIOGRAFICO SULLA VITA DI JIMMY TY LIM

Nel 2005 Jimmy ha mosso i primi passi  della sua carriera internazionale in alcuni rinomati ristoranti:  Equinox restaurant a Singapore, Per Se Restaurant – Columbus Circle a New York, French Laundry US, restaurant Geranium a Copenhagen a infine al NOMA restaurant.

Q: Come sei diventato uno chef?

A: La passione di Jimmy Lim Tyan Yaw per la cucina e’ cominciata in giovane eta’. Cresciuto a Singapore , ha trascorso la sua infanzia nella cucina del ristorante di suo padre, dove i suoi piatti favoriti erano Curry Fish Head, Chili Crab e Sambal Kang Kong. A quel tempo la sua conoscenza era assai limitata; eppure in questo luogo crebbero la sua curiosità’ e il suo interesse verso il gusto e i sapori ricercati. Durante l’adolescenza, il sogno di una carriera sportiva venne stroncato da un serio incidente al ginocchio che ne decreto’ la fine. Attraverso la convalescenza Jimmy lentamente riscopri’ l amore per la cucina.

Assetato di conoscenza Jimmy si iscrisse alla SHATEC (accademia di cucina a Singapore). Durante la sua formazione, egli ha rappresentato sia SHATEC sia Singapore in diverse competizioni culinarie. Degno di nota fu il momento in cui venne designato rappresentate di Singapore nel 2006 alla WACS WORLD Young Chef Challenge, dove si e’ distinto con il conseguimento di una medaglia d’oro. Lo stesso anno ha ottenuto il titolo di migliore chef  nella squadra apprendista presso la FHA di Singapore verso la competizione denominata TANGO, ed e’ stato nominato come uno dei “50 giovani da tenere d’occhio” dal quotidiano nazionale di Singapore , Singapore Straits Time Newspaper.

Jimmy si e’ unito al team del Le Mout French restaurant di Taichung, Taiwan nel 2008, e per la durata di sette anni ha lavorato da Chef de Partie a Chef de Cuisine. Per stare al passo con le moderne innovazioni in ambito culinario ha lavorato presso la French Laundry (Napa Valley), Per Se (New York), Noma (Copenhagen) and Geranium (Copenhagen). Attratto dall’ opportunità di crescere nelle cucine più’ sperimentali del mondo, Jimmy divenne aperto ad infinite possibilita’ cominciando proprio dalla sua intima e personale visione di cucina.

Nel 2017, Jimmy Lim ha fondato JL Studio a Taiwan con l’obiettivo di trasmettere i sapori della sua terra madre. Presso JL Studio, Jimmy ha ricreato la moderna cucina di Singapore con l’ambizione di mostrare la varietà’ di fragranze che Singapore ed il Sud est asiatico hanno da offrire. Al momento sta cercando di reinterpretare la cucina di Singapore secondo una chiave piu’ moderna e internazionale, con la speranza di avvicinare e appassionare alla sua cucina sempre più stranieri.

JL STUDIO E’ STATO CREATO PER LE CUCINE DA TUTTO IL MONDO

Q: In che modo hai aperto JL Studio?

A: Crescere a Singapore, maturare un’ esperienza decennale altrove e passare parte del tempo nelle cucine più raffinate del mondo. Ho cominciato a domandarmi le ragioni per cui la cucina francese, italiana, spagnola, giapponese, e recentemente la cucina nordica, nuovo trend, abbiano potuto attrarre l’attenzione mondiale? Perché non la cucina di Singapore ? Perché non la cucina del Sud est asiatico? Non siamo forse bravi abbastanza? O perche’ non abbiamo un contesto adatto a presentarlo nel migliore dei modi? Presentare i piatti in una forma piu’ interessante. In un modo che permetta a sempre piu’ persone di considerare e apprezzare la nostra cucina  piuttosto che soltanto agli abitanti locali?

Dov’e’ la connessione? Il collegamento tra questa (la cucina di Singapore) e le cucine di tutto il mondo? Cosi’ Jimmy decise di seguire la strada meno battuta e dare un segnale. Specialmente in Taiwan dove la maggior parte dei ristoranti di livello si concentrano sulla cucina francese, italiana, cinese e giapponese. Secondo JL Studio esporsi sul mercato per presentare la nuova moderna cucina made in Singapore e nel sud est asiatico comporta un’autentica sfida.

Q: Come mai hai scelto Taiwan per l’apertura del tuo ristorante?

A: Produrre. Questa e’ l’ aspetto piu’ importante per uno chef. L’isola di Taiwan e’ circondata dall’oceano, che e’ ricco di  pesce selvatico e di allevamento. Molte varieta’ di frutti di mare si trovano in diverse aree dell’isola e in diverse stagioni. I miei preferiti restano la frutta e gli ortaggi di Taiwan. Non per niente Taiwan e’ nota come “Il Regno della Frutta“. Naturalmente Taiwan si trova in una zona subtropicale, area ideale per coltivare ogni sorta di frutto tropicale.

Con montagne di 4,000 metri sopra il livello del mare  e un clima fresco dovuto proprio alla loro presenza , si puo’ facilmente immaginare come sia naturale che crescano frutti e verdure cosi’ meravigliosi.

L’INIZIO DI JL STUDIO

Q: Quali sono state le iniziali difficolta’?

A: All’inizio la principale difficolta’ e’ stato comprender le caratteristiche del mercato locale e individuare gli antichi sapori di Singapore. Per gli autoctoni e’ sempre stato usuale l’impiego di spezie dal sapore pungente, e non  comprendere la nuova tendenza del nostro ristorante piu’ vicino ad un tipo di cucina fusion.  Col tempo pero’ le cose sono andate migliorando e lentamente hanno capito cosa stavamo cercando di mettere sulle loro tavole.

Il secondo step fu la scelta dello staff. Io ero l’unico originario di Singapore in tutto il ristorante. Pertanto,l’idea di far cucinare ai ragazzi della mia cucina piatti dai sapori inconsueti, fu abbastanza arduo. Ma  un viaggio a Singapore ha reso loro le cose piu’ semplici, hanno finalmente potuto scoprire meglio i sapori originali e capire cio’ che stavo realizzando. Adesso anche loro possono esprimere le loro idee o intuizioni nel contesto della cucina di Singapore. Sono molto orgoglioso di loro.

Q: La peculiarita’ di JL Studio.

A: Il menu’ rende omaggio ai sapori della tradizione e alla formazione culturale dello chef Jimmy Lim. Dagli street snack di Singapore, ai piatti ai dessert. Si possono trovare piatti come:

-Hainanese Chicken Rice

-Laksa

-Nasi Lemak

-Saty

-Curry Puff

-Otak Otak

-Roti Prata

-Beef Rendang

-Bandung

-Ice Kachung

-Chendol

-Milo Dinosaur

Tutti i piatti citati qui sopra non sono altro che reinterpretazioni dello Chef Jimmy e del suo team creativo al JL Studio. Traducendoli in moderne e interessanti creazioni volte a risvegliare il piacere del gusto e dei sensi.

Q: JL Studio si occupa anche di altri temi oltre al Cibo?

A: Il sostegno e la promozione di piccoli produttori locali attraverso metodologie di produzione attente all’ambiente. Inoltre un altro nostro obiettivo e’ garantire ai nostri ospiti un’esperienza unica al JL Studio attraverso la preparazione di piatti artistici e sofisticati, con ingredienti freschi e di qualita’.

Ma una parte molto importante del processo e’ che l’80% dei nostri  prodotti  sono di origine locale e non provengono dalla grande distribuzione, questo sempre per garantire la freschezza giornaliera degli ingredienti. Questo  per ribadire che i nostri piatti sono sempre composti da ingredienti di prima scelta volti a soddisfare la nostra clientela. Un’altra ragione e’ per ridurre i cosidetti chilometri alimentari in favore dell’economia locale e dei piccoli produttori.

Q: Come descriverersti JL Studio in una frase?

A: “JL Studio intende trasmettere i sapori tradizionali e la cultura di Singapore in una chiave moderna attraverso l’esperienza sensoriale del gusto“.