Ai poeti del gusto, ai romantici dell’artigianato, agli amanti delle sfumature e agli artisti di ricette, insomma a tutti i cuochi di Cook Concern consigliamo vivamente di visitare i mercati del cibo di strada di Copenhagen. Perché? Semplice: perché lì sono riunite tutte le tendenze estetiche, autentiche e interessanti diffusesi in Europa negli ultimi tempi.

Di fronte ad uno scenario portuale il mercato dei cibi di strada sull’isola Papierinsel è un luogo per artisti gastronomici, estrosi e anticonformisti. Nel 2014 è stato il primo mercato di questo genere e noi all’epoca avemmo l’occasione di visitarlo. Anche grazie al mercato street food Copenhagen si merita l’appellativo di Gourmet hotspot in Europa: una città stravagante, un po’ pazza e attenta alle ultimissime tendenze culinarie. Il cibo di strada a Copenhagen non offre solo piatti etnici da tutto il mondo: i danesi infatti ci insegnano come si possa abbinare il sushi con il loro pane, dando vita a una creazione da mangiare per strada che suscita una vera esplosione di sapori! E c’è dell’altro: dall’anno scorso, nell’area dismessa del mattatoio, nel quartiere di tendenza Vesterbro, è presente un altro mercato gastronomico. Con 70 banchi, specialità del territorio fresche e cibo a buon mercato rappresenta una delle più grandi offerte di prodotti alimentari nella capitale danese. Un panorama culinario che trasformerà una breve vacanza in una rivelazione.

Proprio da un po’ di tempo le stelle all’Oresund brillano ancora di più. Non c’è da stupirsi, visto che la giuria della guida Michelin quest’anno ne ha assegnate un numero di stelle senza precedenti: 20 per la precisione e tutte nei ristoranti di Copenhagen. E adesso non vediamo l’ora di sapere quando brillerà la prima stella per il cibo di strada.